Oświęcim e dintorni 

Oświęcim e dintorni 

widok na rynek w Oświęcimiu z ratuszem

Oświęcim e i suoi dintorni sono un’area estremamente interessante che merita senz’altro una visita. La grande varietà culturale e naturale ha tanto da offrire a tutti gli intenditori dei viaggi di piacere. 

Segnata da una storia difficile, Oświęcim è oggi una città piena di iniziative pacifiche. Come luogo di incontro per persone di diverse nazionalità, convinzioni e fedi, contribuisce a costruire un futuro senza violenza e senza guerre. Grazie all’aperto dialogo interreligioso e multiculturale, realizza la sua missione di “Città della Pace”.

A Oświęcim e nelle località vicine, ognuno troverà qualcosa per se stesso, dalla visita a luoghi di grande valore storico, come musei e luoghi di culto, fino al tempo libero attivo nel cuore della natura, per finire con la degustazione della cucina regionale.

Paesaggi e aree che vale la pena visitare!

Nelle vicinanze di Oświęcim troveremo numerosi laghetti di pesci, colli di loess e aree boschive. Oltre alla flora unica legata al gran numero di bacini idrici, ci sono anche aree agricole e foreste alluvionali e di olmi e frassini. 

La Valle della Carpa a Zator, ossia un bacino riproduttivo della carpa reale, crea le condizioni ideali per la vita di rare specie di pesci e uccelli. Moretta tabaccata, nitticora, mignattino piombato, sterna comune e tarabuso sono senza ombra di dubbio specie di enorme interesse per chi ama fotografare la natura. 

Gli habitat di uccelli e piante in via di estinzione, unici in Europa, presenti nel comune di Oświęcim, hanno contribuito a far inserire quest’area nella struttura della Rete Ecologica Europea Natura 2000. La tutela della diversità biologica è diventata lo scopo principale delle attività a ciò correlate. Le regolamentazioni dell’area Natura 2000 comprendono anche la Valle di Dolna Sołą caratterizzata da preziose comunità forestali ripariali di salici e pioppi, o i laghetti di Brzeszcze, che incantano con il loro intatto corridoio ecologico della Górna Wisła. Nella valle della Soła si possono incontrare molte magnifiche specie animali, tra cui lontre, tritoni crestati, ululoni dal ventre rosso, aspi o barbi, il tutto circondato da antica vegetazione unica dei bacini fluviali, che cresce sui torrenti rocciosi. 

Sulle orme del sacro...

La regione di Oświęcim vanta un lungo elenco di monumenti religiosi, alcuni dei quali situati sull’Itinerario dell’Architettura in Legno.

Uno dei siti di carattere sacro più interessanti, e anche il più famoso in assoluto, è la Sinagoga Chewra Lomdei Mishnaiot a Oświęcim. Si tratta di una traccia tangibile della comunità ebraica, che prima della seconda guerra mondiale costituiva più della metà di tutta la popolazione cittadina. La cultura ebraica e cristiana si è fusa in questo luogo e i suoi resti sono ancor oggi visibili. 
La storia del Santuario della Madonna Ausiliatrice a Oświęcim risale agli inizi della chiesa salesiana del XIV secolo, mentre il Santuario di Nostra Signora di Fatima a Trzebinia attira i fedeli con la statuetta miracolosa portata da Fatima nel 1962. La chiesa di San Nicola a Chrzanów ospita sotto i suoi muri delle cripte in cui furono seppelliti funzionari di corte, eminenti borghesi e vecchi proprietari di Chrzanów. La chiesa rinascimentale dei Santi Adalberto e Giorgio a Zator è assolutamente da non perdere per gli amanti dell’architettura storica, proprio come chiesa della Madonna di Częstochowa a Mętków, che ricorda Karol Wojtyła come vicario quando la chiesa si trovava ancora a Niegowić. A Oświęcim e nei suoi dintorni sono presenti molti altri luoghi di culto in legno o legno e muratura, come per esempio la chiesa di San Nicola a Polanka Wielka, la chiesa di San Bartolomeo a Poręba Wielka, la chiesa di San Lorenzo a Grojec, la chiesa di San Martino a Jukajowice, la chiesa di Nostra Signora del Monte Carmelo a Głębowice, la chiesa di Sant’Andrea a Osiek o anche la chiesa di Sant’Andrea a Graboszyce

A Oświęcim non si può dimenticare la Cappella di San Giacomo, legata alla tradizione domenicana, e il Santuario Mariano di Płoki con la preziosa icona della Madonna. A sua volta, la chiesa di San Giovanni Canzio a Kęty impressiona per la facciata a navata unica, la volta a botte e lo stupendo altare maggiore. Una volta in zona, vale indubbiamente la pena di vedere la chiesa dei Santi Simone e Taddeo Apostoli a Nidek e chiesa dell’Esaltazione della Santa Croce a Płaza. 

La bellezza di tutti questi edifici sacri non lascerà indifferenti i visitatori, che scopriranno interessanti segreti nascosti nella storia di ciascuno di essi. 

Castelli 

Seguendo l’itinerario delle residenze storiche, val la pena di fare una visita al Castello di Oświęcim. Il suo periodo di maggior fulgore cade nel XIV secolo, quando era sede dei principi Piast. Andato in fiamme nel 1503, fu ricostruito per ordine del re Alessandro Jagiellone nel XVI secolo. Nel corso dei secoli successivi, fu ricostruito molte volte, e la sua forma odierna è una mirabile combinazione di diversi stili architettonici. Le rovine del castello Lipowiec a Wygiełzów si trovano su una collina calcarea alta 362 m. Nei tempi antichi, il castello fungeva da sede dei vescovi di Cracovia, mentre oggi è un ottimo punto di osservazione dal quale possiamo ammirare il panorama dell’adiacente riserva naturale “Lipowiec”. Il complesso rinascimentale del palazzo e del parco di Młoszowa, a sua volta, è un luogo ideale per passeggiare nel parco ricoperto da alberi secolari e visitare la parte attraente del palazzo, con l’adiacente cappella. 

Musei 

I musei saranno d’aiuto per comprendere meglio la storia e la cultura della regione. Naturalmente, uno dei luoghi obbligatori per qualunque visitatore, è l’ex campo di concentramento e sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau a Oświęcim. Visitare questo luogo vi farà indurrà sicuramente alla riflessione sui tragici eventi della seconda guerra mondiale. È qui che ogni anno si celebrano le cerimonie che commemorano liberazione del campo di sterminio, durante le quali risuona la voce dei Sopravvissuti. Il Museo Auschwitz-Birkenau è stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, a conferma il suo carattere assolutamente unico.

Oggi Oświęcim è centro di numerose iniziative di pace, un luogo di incontro per persone di diverse nazionalità, indipendentemente dalla religione o dalle convinzioni personali. La città sta lentamente diventando il simbolo di un centro di dialogo aperto, multinazionale e interreligioso, grazie anche all’attività del Centro Ebraico di Oświęcim, che organizza numerosi eventi culturali e scientifici. A sua volta, l’Associazione dei Rom in Polonia offre ai visitatori la possibilità di conoscere la ricca tradizione e cultura rom, che è parte integrante della storia della regione.
Cos’altro vale la pena di visitare? Merita attenzione il Castello di Oświęcim – in questo luogo, grazie alle mostre dedicate a vari periodi storici, impareremo a conoscere gli 800 di storia della città. Da vedere a Oświęcim anche il Museo del Municipio che ha sede in un edificio della seconda metà del XIX secolo. Ogni giorno, puntualmente a mezzogiorno, si diffonde da qui il suono dell’hejnał. Se vi trovate nei paraggi, fermatevi un istante ad ascoltare un frammento della polonaise di Aleksander Orłowski.

A Oświęcim e dintorni i luoghi che trasudano storia e che al tempo stesso spingono alla riflessione sono molti di più! Consigliamo di visitare un granaio padronale dal XVI secolo e la Casa Urbańczyk a Chrzanów, il Museo dei Pompieri ad Alwernia, il Museo Aleksander Kłosiński a Kęty, e inoltre il Museo della Beata Madre Margherita Szewczyk a Oświęcim. Attrazioni molto interessanti le possiamo trovare anche all’Ecomuseo della Valledella Carpa, al Parco Etnografico della Vistola a Wygiełzów e al JakobHaberfeld Story vodka museum & music pub, ossia un museo dove un tempo era ubicata la sede di una famosa fabbrica di vodka e liquori.

Tempo libero attivo, ovvero una piacevole vacanza nella Valle di Oświęcim

La ricchezza di flora, fauna e territorio creano le condizioni perfette per passare qui il proprio tempo libero in modo attivo! Rilassarsi in mezzo alla natura è un modo piacevole di trascorrere il tempo libero e la moltitudine di sentieri da percorrere a piedi e in bicicletta invogliano a farlo in modo attivo.

La bicicletta è un’ottima idea per trascorrere del tempo libero, soprattutto con la prospettiva di sfruttare i percorsi che dipanano nelle vicinanze di luoghi di valore storico. Il percorso attraverso le vie papali verso la Valle della Carpa conduce a numerose attrazioni e tutta l’avventura inizia e termina a Wadowice, la città natale di Giovanni Paolo II. Il percorso ciclabile della Valle del Soła è, a sua volta, una via scelta spesso dalle famiglie con bambini al seguito. Attraversa ambienti piacevoli per gli occhi e per l’anima che aiutano a trovare silenzio e tranquillità, lontano dal grigiore della vita di tutti i giorni. Troverete tutte le piste ciclabili di Oświęcim e dell’area circostante sul sito web narowery.visitmalopolska.pl.

Scegliendo i percorsi naturalistici “Maurycy” o “Marynin”, avrete l’opportunità di ammirare i pittoreschi paesaggi di Oświęcim. I percorsi passano vicino a bacini idrici, che rappresentano il tesoro più prezioso della regione dal punto vista naturalistico. Vale anche la pena fare una passeggiata lungo le scenografiche Perle Verdi di Trzebinia. I cercatori di tesori possono concentrarsi senza problemi sulla conquista di trofei prendendo parte alle missioni sul Percorso dei Radwaniti. La visita al villaggio sotto la roccia di Bolęcin a sua volta garantirà un interessante divertimento storico per tutta la famiglia, mentre una visita al Molo Resort di Osiek costituisce un vero relax per i sensi. Vedute inconsuete e il suono dell’acqua garantiranno la pace e il riposo che ricaricheranno le batterie per un lungo periodo. 

Gli appassionati di kayak dovrebbero raggiungere la Valle della Carpa dove, circondati da una natura incontaminata, possono dedicarsi alla loro passione sportiva. Tutti coloro che apprezzano il nordic walking possono scegliere il grado di difficoltà del percorso e godersi le meravigliose vedute di questa terra pittoresca. Gli appassionati di pesca possono approfittare dell’offerta di numerose zone di pesca, mentre le passeggiate sul lungofiume della Soła a Oświęcim sono la meta di coloro che si rilassano meglio nel rumore calmante del fiume. 

Come passare il tempo?

Oświęcim sorprende con una ricca offerta di eventi culturali a cui vale la pena partecipare. Una serie di concerti sull’Itinerario dell’Architettura in Legno chiamata “La Musica Incantata nel Legno” invoglia a trascorrere i fine settimana estivi circondati dalle perle di architettura in legno, mentre le esibizioni artistiche del Festival Autunno di Oświęcim invitano al divertimento in compagnia. La Fiera Kasztelański è un evento all’aperto del Museo del Castello di Oświęcim, che ricrea tradizionalmente le realtà delle epoche passate, avvicinando i visitatori alla storia della città. I concerti organizzati in occasione delle Giornate della Città di Oświęcim rendono questa regione famosa in tutta la Polonia. Il Parco Etnografico sulla Vistola a Wygiełzów invita regolarmente a workshop di artigianato popolare nell’ambito dell’Etnomania, mentre durante l’evento Ziemniaczysko vicino a Lipowiec potete provare le specialità culinarie dei tempi andati. Vale anche la pena inserire nella propria agenda la Festa della Carpa, che rallegrerà tutti coloro che apprezzano i prodotti culinari regionali. 

I sapori della regione di Oświęcim sono miele per il cuore di ogni amante delle squisitezze regionali! Se vi trovate nella zona, non potete non assaggiare la deliziosa Carpa di Zator, la patata al modo dei pastori “cabani”, żur alla Przeciszów (una zuppa con farina di segale, salsiccia e patate) e il pane Revel. Provate anche le krówki zatorskie (caramelle mou di Zator), la buchta di Bolęcin (un dolce da forno cosparso di crumble), la parzybroda miroswka (una zuppa a base di cavolo, patate e pancetta), le hulajdy (degli gnocchi concavi a base di patate e latte). I nomi stessi di questi piatti suscitano curiosità, mentre il gusto rimane un mistero fino al momento dell’assaggio. L’Itinerario dei Buongustai della Regione Małopolska è un’ottima opportunità per saperne di più sulla regione di Oświęcim dal punto di vista gastronomico. 

I fan dei parchi di divertimento riceveranno la loro dose di l’adrenalina in luoghi come Energylandia o Zatorland, dove l’intera famiglia trascorrerà il tempo attivamente in aree a tema appositamente dedicate. 

Multimedia